Ad hoc

 

GIORNALINO

La divulgazione è signorilità.
(G.Einaudi)
Il laboratorio si occupa di realizzare il giornalino interno di Fondazione Stefania.
Si cerca di ricreare la struttura di una redazione vera e propria: si fanno riunioni di redazione con i ragazzi coinvolti e si definiscono gli argomenti di cui ciascuno dovrà occuparsi di volta in volta.
Ogni ragazzo/redattore ha compiti definiti: alcuni si occupano di rubriche fisse, altri di ricercare materiale per articoli attraverso internet, altri ancora scrivono a computer il materiale trovato o scritto da ‘collaboratori esterni’.
Quando possibile, si cerca di incoraggiare una semplice rielaborazione personale delle informazioni raccolte.
L’uscita del giornalino è bimestrale e il lavoro deve essere organizzato in modo da rispettare questa scadenza.

 

fondazione00035

Soundbeam (raggio di suono):

Il laboratorio si svolge nello spazio della palestra con un’esperta di musica, utilizzando una speciale apparecchiatura musicale denominata SOUNDBEAM. Il Soundbeam è composto da un rilevatore di movimento, il cui funzionamento è simile a quello di un radar (i suoi sensori proiettano nello spazio un fascio di ultrasuoni che, incontrando un ostacolo, rimbalzano indietro alla sorgente) e da tavolette colorate. Attraverso il raggio i movimenti corporei, compiuti all’interno dello stesso, vengono intercettati e tradotti in segnali Midi, a seconda della direzione e della velocità dell’oggetto in movimento (nel nostro caso, una mano, un piede, la testa, ecc.). Schiacciando le tavolette si riproducono invece i suoni degli strumenti, precedentemente impostati sul computer.

 

 

Sartoria:

Il laboratorio di sartoria si occupa soprattutto di potenziare le abilità di manualità fine. Si eseguono piccoli ricami con punti semplici per decorare borse, cuscini, ecc.

 

Motorio:

Il laboratorio è rivolto a ragazzi in carrozzina e si occupa di creare un ambito di movimento e di gioco, adeguando le attività alle capacità fisiche dei partecipanti.
Si utilizzano racchette, palloni di diverse dimensioni, percorsi ad ostacoli.
Si giocano: partite di tennis, una sorta di rugby/calcio, basket. Gli educatori del laboratorio si muovono utilizzando sedie a rotelle da ufficio, così da essere tutti sullo stesso piano di movimento.