Nessuno escluso!

Trasformare la scuola e l’apprendimento per realizzare l’educazione inclusiva

In molti paesi le scuole si trovano ad affrontare il fenomeno dell’esclusione di alunni dichiarati “inadatti” in base a categorie di genere, disabilità, difficoltà di apprendimento, comportamento, origine etnica, condizioni socioeconomiche, capitale culturale, e così via. Questa tendenza all’etichettamento contribuisce a ridurre le aspettative nei confronti degli studenti, creando ostacoli all’apprendimento e alla partecipazione che portano un largo numero di alunni a situazioni di marginalizzazione, insuccesso e dispersione scolastica.

Tali ostacoli possono riguardare l’interazione con molteplici aspetti del contesto scolastico, come gli edifici e la loro configurazione fisica, l’organizzazione, le culture e le politiche della scuola, le relazioni tra minori e adulti, gli approcci all’insegnamento e all’apprendimento. I tentativi recenti di risolvere tali problematiche attraverso l’attuazione di riforme imposte dall’esterno si sono dimostrati sostanzialmente inefficaci, quando non dannosi, per il sistema educativo.

http://inclusion2.wix.com/inclusione#!convegno-nessuno-escluso/cxh1

 

 

Lascia un commento