Carta dei Servizi RSD

Documenti scaricabili

Adobe-Acrobat-XI-icon Carta dei Servizi RSD 2016
Adobe-Acrobat-XI-icon Modulo reclami, suggerimenti e apprezzamenti
Adobe-Acrobat-XI-icon Organigramma
Adobe-Acrobat-XI-icon Tabelle

Nel 2008 si conclude il progetto “Fondazione” con il passaggio delle attività convenzionate dalla Associazione Stefania alla Fondazione Stefania. Questo progetto è nato dalla esigenza di separare l’attività di erogazione dei servizi in convenzione con le amministrazioni pubbliche dalla attività di volontariato puro della Associazione Stefania.
Da questo momento l’Associazione concentrerà la sua attività nell’ambito del volontariato, della sensibilizzazione e della sperimentazione di servizi innovativi, mentre la Fondazione gestirà tutti i servizi convenzionati nel rispetto di una continuità legata ai valori e alla qualità dei servizi offerti sino ad oggi dalla Associazione.
Nulla di quanto costruito sino ad oggi andrà perduto. I due enti lavoreranno in stretta sinergia condividendo le risorse ma sviluppando le proprie competenze e i propri ambiti di intervento. Ed è per questa ragione che il nome “Stefania” è rimasto nei due enti come un ponte che unisce il passato e il futuro.

L’Associazione Stefania resterà un ente di volontariato e perseguirà i seguenti scopi:

  • rappresentanza delle persone con disabilità Sensibilizzazione della opinione pubblica;
  • sviluppo del volontariato;
  • offerta di attività di tempo libero per la popolazione disabile (attività di volontariato);
  • raccolta fondi da destinare alla progettazione e sperimentazione di servizi innovativi;
  • partecipazione alle reti locali di coordinamento del III settore;
  • presentazione di progetti innovativi nell’ambito del volontariato.

La Fondazione Stefania si configura come una ONLUS e:

  • gestirà e svilupperà servizi per persone con disabilità (attualmente il Centro Diurno di Lissone e la RSD di Muggiò);
  • lavorerà in stretta sinergia con l’Associazione per la progettazione e la sperimentazione di nuovi servizi;
  • rappresenterà l’area della disabilità nei piani di zona;
  • parteciperà e promuoverà attività di coordinamento locale dei servizi (attività di rete).

Le attività della Fondazione sono rese pubbliche attraverso una Carta dei Servizi specifica per il Centro Diurno e per la Residenza Sanitaria Disabili. Con questi documenti la Fondazione vuole rendere trasparenti e confermare i propri impegni nei confronti di tutte le persone con disabilità inserite nei suoi servizi.
Tutto il Consiglio di Amministrazione e tutti gli operatori hanno contribuito alla stesura di questi documenti. Ci siamo chiesti perché facciamo questo lavoro e come vogliamo farlo per garantire la qualità dei nostri servizi.
Tutti ne hanno condiviso le finalità e gli obiettivi e tutti si sono impegnati a lavorare con professionalità e umanità. A tutti un grazie sincero con l’augurio di un futuro pieno di solidarietà.

Chiarella Gariboldi
Presidente della Fondazione Stefania e Segretario Generale della Associazione Stefania