Obiettivi e interventi

Gli obiettivi della R.S.D. sono quelli di:

garantire interventi accuditivi/assistenziali individualizzati che rispondano alle effettive necessità di ogni persona residente, nel rispetto dei suoi bisogni, dei suoi tempi e delle sue potenzialità;
garantire una presa in carico sanitaria e riabilitativa finalizzata a ristabilire e/o mantenere il massimo livello possibile di benessere psico-fisico;
offrire attività educative e ludico ricreative atte a favorire la qualità della vita dei residenti e la positiva convivenza con gli altri;
aiutare la persona a contribuire in modo attivo, partecipato e piacevole alla vita del Centro, nel rispetto delle sue capacità e potenzialità; individuare, mantenere e sviluppare gli interessi delle persone residenti;
favorire la partecipazione alle iniziative del territorio al fine di realizzare una concreta integrazione sociale.

Nella gestione delle attività quotidiane particolare attenzione è dedicata a:
sviluppare e mantenere le autonomie personali dei residenti; rinforzare l’identità personale e l’autostima;
tutelare il benessere psico-fisico e l’integrazione sociale;
garantire una qualità di vita centrata sulla dignità della persona a partire dai piccoli gesti legati alla quotidianità.

Nello specifico le proposte socio-educative sono contenute nel PEI (Progetto Educativo Individuale), periodicamente aggiornato dagli operatori dell’area educativa. Le attività previste dal PEI si realizzano anche in collaborazione con i servizi socio-educativi della Fondazione Stefania di Lissone e con altri servizi e agenzie che operano sul territorio.

Per quanto attiene all’intervento assistenziale, esso ha lo scopo di prendersi cura dell’ospite, nel rispetto dei suoi bisogni e dei suoi ritmi, puntando a garantire gli accudimenti necessari nel rispetto delle abilità individuali e delle autonomie di ciascuno: come strumento di programmazione degli obiettivi e degli interventi assistenziali viene redatto il PAI (Piano Assistenziale Individualizzato) che viene aggiornato dagli operatori di riferimento per ogni persona residente.

Per mantenere i fondamentali rapporti affettivi delle persone ospiti con le famiglie d’origine e la propria rete di amicizie personali, gli orari di visita non sono strutturati rigidamente, ma sono concordati direttamente con i famigliari, nel rispetto delle diverse attività educative ed assistenziali che quotidianamente si svolgono all’interno del Centro.